venerdì 9 novembre 2012

Uzbekistan. Khiva. Consigli di viaggio

Qualche consiglio di viaggio se vi recate a Khiva.

Dove dormire
Purtroppo non ho mai avuto occasione di viaggiare da sola o con un numero limitato di amici in Uzbekistan e dunque non potrò dare indicazioni sulla qualità dei numerosi bed & breakfast che accolgono i viaggiatori a Khiva. Mi limiterò dunque a una breve presentazione di due alberghi dove ho pernottato, premettendo che a Khiva non sono presenti strutture ricettive di lusso.

Hotel Malika Khiva
Il grande vantaggio di questo albergo è senz'altro la sua posizione. Si trova proprio di fronte alla porta ovest dell'antica città fortificata di Khiva. L'albergo, pur di costruzione recente, riproduce le forme e la decorazione dell'architettura tradizionale uzbeca, integrandosi bene nel contesto. Ha solo due piani (piano terra e piano superiore), con un ballatoio interno superiore che si apre sull'ampia hall centrale, arredata con divani tradizionali in legno e caratterizzata da una grande scacchiera disegnata sul pavimento. Le camere, piccole ma non soffocanti, sono arredate con semplici mobili in legno, sono pulite e hanno l'aria condizionata. L'albergo offre wi-fi gratuito (basta chiedere la password alla reception) e il personale è molto gentile. La cucina del ristorante, se intendete mangiare qui a cena o a pranzo, è abbastanza buona. Chiedete di mangiare i tagliolini verdi all'aneto (forse è più semplice chiedere della "green pasta"), è un piatto tradizionale di Khiva.
Qualche volta alcune persone con cui ho viaggiato hanno incontrato delle difficoltà (una camera non ancora rifatta o assenza di acqua calda nel bagno), ma, una volta fatto presente il problema alla reception, è stato tutto risolto, o sostituendo la stanza o attendendo che la camera fosse pulita e l'acqua calda ripristinata.
Nel complesso un'hotel semplice e gradevole, con qualche problema di manutenzione ampiamente compensato dalla gentilezza del personale e dall'ottima posizione. Se avete la fortuna di avere una delle camere che si affacciano sul lato dell'ingresso, la vista della città antica al tramonto o all'alba sarà assolutamente impagabile.
Se avete una camera al piano superiore, fate attenzione agli scalini. Non c'è ascensore e uno dei gradini (opportunamente segnalato da una banda rossa) è più basso degli altri. Se siete distratti e scendete di corsa senza guardare in basso il ruzzolone è garantito.

Hotel Asia Khiva
Anche questo albergo si trova in una posizione privilegiata, proprio di fronte alla porta sud della città antica. Negli anni alla prima costruzione sono state affiancate altre palazzine a due piani distribuite intorno a un ampio giardino, cosicché oggi l'hotel può ospitare molti clienti. Esistono anche una piscina e un ristorante. Le camere, pulite e abbastanza spaziose, hanno l'aria condizionata e il televisore. I problemi di manutenzione sono sorprendentemente frequenti per una struttura così recente. Consiglio di controllare appena entrati il buon funzionamento del condizionatore e di tutti gli elementi del bagno, onde poter segnalare immediatamente eventuali malfunzionamenti, farli riparare o ottenere un'altra stanza. Anche qui il personale dell'albergo è molto disponibile e gentile. Sono ormai due anni che manco da questa struttura, che in passato aveva talvolta dei problemi con la pressione dell'acqua o il funzionamento dell'acqua calda, ma nel frattempo potrebbero essere stati superati. In entrambi i casi, comunque, basta segnalare il problema alla reception, che risolverà in poco tempo il problema (non ho mai ben capito da cosa dipenda, ma forse, quando gli ospiti dell'hotel sono impegnati nelle visite, l'acqua viene impiegata per annaffiare il giardino e allora manca pressione sufficiente per l'acqua dei bagni).

Dove mangiare
L'offerta a Khiva è abbastanza ampia. Potete mangiare nei ristoranti ospitati in alcune degli edifici della città antica oppure nei piccoli ristoranti familiari che hanno aperto alcune famiglie di Khiva. Personalmente ho gradito la cucina, la cortesia e l'ospitlità della famiglia che gestisce un piccolo ristorante nel cortile e in alcune sale della propria abitazione, situata, entrando dalla porta ovest e proseguendo dritti verso est, sulla destra, dopo la grande massa del minareto incompiuto e prima della stradina che conduce a destra verso il laboratorio artigianale di tappeti e ricami di seta.
Quanto ai ristoranti, mi sono trovata bene in due strutture, entrambe situate entro la città vecchia.

Restaurant Yusuf Yasavulboshi
Questo ristorante, di recente apertura, è ospitato all'interno di un'antica madrasa situata nel settore settentrionale della città antica di Khiva (entrando dalla porta ovest, dovrete cioè addentrarvi nel quartiere che si aprirà alla vostra sinistra, chiedendo indicazioni). I tavoli sono disposti in un'amplissima sala con soffitti molto alti e bei lampadari in ferro battuto.

Art Restaurant
Anche questo ristorante si trova dentro un edificio storico, la madrasa di Allakuli Khan (dando le spalle alla porta est prendete la prima a destra e subito sulla destra troverete l'ingresso della madrasa-ristorante). D'estate è possibile mangiare anche all'aperto oppure, scendendo alcuni gradini, in una sala con aria condizionata.

Uno dei piatti tradizionali di Khiva sono i tagliolini verdi all'aneto.

Nessun commento:

Posta un commento